mercoledì 8 febbraio 2012

Torremejia

Oggi giovedì 9 febbraio, alle 7,30 in centro paese c'è un bar aperto, prendiamo un café con leche e poi partenza con la luce dei lampioni alle 8 siamo in aperta campagna, comincia a far chiaro, prendiamo una strada sterrata e polverosa che ci porterà fino a Torremejia.... 28 km attraverso i vigneti, a volte mi fermo... Giro lo sguardo a 360* .... Solo vigneti a perdita d'occhio, molti contadini che lavorano nella vigna, tutti salutano cordialmente, portano rispetto ai pellegrini essendo stati loro stessi almeno per una volta sul Cammino di Santiago. Fa freschino e non tolgo la giacca per tutto il giorno, il vento e scemato e si cammina spediti.. Alle 11,30 siamo al bivio di Almendralejo
Ci fermiamo a mangiare tra gli ulivi ,
Pane chorizo e queso de cabra, finiamo le riserve.... Mezza ora e si riparte, Kim ha freddo, meglio muoverci, mancano ancora 12km. Alle 14,30 entriamo in
Torremejia 2000 abitanti e diversi bar distribuiti sulla carrettera nacional 630,
Troviamo l'albergue privato.... Bello e pulito per 12€ x altri 8€ ci da cena e prima colazione.... Domani prevedo di prendere un autobus per fare i 12 km che mancano a Merida, meglio due o tre ore per visitare la città che camminare sull'asfalto senza niente da vedere. Previsto verso le 11/12 di lasciare Merida e raggiungere Aljucen 14 km da farsi al pomeriggio passando dalla presa di Proserpina, (un lago artificiale Romano che alimentava la città di Merida) Da domani inizia la vera via della Plata, la calzada romana che univa Merida con Astorga. Molti tratti del cammino sono ancora sull'antico tracciato Romano. (calpestiamo un po' di storia)
Un saluto a tutti e un abbraccio a Luca
Ultreya



2 commenti:

  1. Grande Stefano !!!!!!! Buen Camino a te ed a Kim !!!!!!!!
    massimo

    RispondiElimina
  2. un abbraccio a te Amico mio. Shalom

    RispondiElimina